La disuguaglianza nel mondo secondo Oxfam

Secondo il rapporto Avere cura di noi, pubblicato nel gennaio di quest’anno da un movimento globale, chiamato Oxfam, che vuole eliminare l’ingiustizia della povertà, abbattere la disuguaglianza nel mondo appare ancora una volta molto distante dal risultato atteso, poiché come afferma la relazione: “Nel 2019 i 2.153 miliardari della Lista Forbes possedevano più ricchezza di 4,6 miliardi di persone. I 22 uomini più ricchi del mondo avevano più ricchezza di tutte le donne africane […] L’1% più ricco del mondo deteneva più del doppio della ricchezza di 6,9 miliardi di persone”.1 Disparità che purtroppo non sembra attenuarsi e con la crisi economica sembrerebbe aumentare.

Questo perché i governi non sono in grado di attuare politiche efficaci a tale scopo. Infatti, siamo rimasti ancora allo stesso punto di alcuni anni fa quando in un altro report di Oxfam si denunciavano già le disparità fra le persone.

Nel rapporto si evince come questa sperequazione abbia giovato agli azionisti delle grandi società e poco ai lavoratori salariati. Oxfam conferma che: “Tra il 2011e il 2017, mentre i salari medi nei paesi del G7 aumentavano del 3%, i dividendi dei facoltosi azionisti sono cresciuti del 31%”.

Il lavoro femminile ha pagato ancora di più il prezzo di questa disuguaglianza. In un documento uscito in ottobre, intitolato Fighting inequality in the time of covid-19, si afferma come in questi ultimi mesi di Covid-19 il problema sia peggiorato.

Si potrebbe risolvere questa situazione della disuguaglianza togliendo i privilegi che hanno in pochissimi, ridistribuendo dove l’iniquità è più presente, perché non è più possibile tener miliardi di persone fuori dai giochi, solamente per il sollazzo di una piccolissima cerchia. Poiché un mondo migliore è possibile, ma spetta a noi crearlo.

1 https://www.oxfamitalia.org/wp-content/uploads/2020/01/Report-AVERE-CURA-DI-NOI_Summary-in-italiano_final.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *